La prestazione d'esordio della Juventus in Champions League contro il Barcellona ha deluso ogni possibile attesa. Tanti assenti e, di conseguenza, tanti problemi per Massimiliano Allegri al momento di scegliere la formazione, oltre a tante possibili occasioni poi per riaprire la partita una volta in corso. Questi gli alibi, ma di fronte a uno schiaffo per 3-0 i calcoli non servono. Serve ripartire e i bianconeri proveranno a farlo già da domani contro il Sassuolo. Intanto, però, sbucano statistiche importanti quanto negative da analizzare con attenzione in vista dei prossimi impegni, italiani o europei che siano.

JUVE, NON CORRI! - La Uefa ha reso nota, tra le tante, anche la classifica dei calciatori che hanno corso più metri nella prima gara della stagione continentale. Al primo posto Amadou Diawara del Napoli, uscito comunque sconfitto a sorpresa contro lo Shakthar Donetsk, con la bellezza di 12.856 metri. Il primo italiano è sempre degli azzurri, Lorenzo Insigne, settimo con 12.333 metri. Sorprende, invece, la pressoché totale assenza di giocatori bianconeri dai primi 250 (!) posti della graduatoria. Blaise Matuidi, leader della Juventus, si stanzia alla 229esima posizione con 9.215 metri. Una buona statistica, ma certamente non quella che ci si aspetterebbe come la migliore di squadra. 

PROBLEMA JUVE - Ci sarà anche questo dato, dunque, da analizzare per Allegri dopo la disfatta del Camp Nou. La riconferma potrà arrivare soltanto dopo la seconda sfida stagionale in Champions contro l'Olympiacos all'Allianz Stadium, ma i bianconeri non avranno certo una seconda chance da sprecare. Non è, dunque, soltanto un problema tattico o dei calciatori scelti per la formazione, ma anche di condizione fisica e atletica, evidentemente ancora deficitaria di fronte ai grandi avversari d'Europa in questo inizio di stagione. Attenta, Juve...