Alla vigilia della Supercoppa Italiana tra Juventus e Lazio, dopo le parole di Simone Inzaghi e Senad Lulic, rispettivamente allenatore e capitano biancoceleste, arriva il momento di mister Massimiliano Allegri e di Gianluigi Buffon, capitano bianconero. Ecco le parole del tecnico livornese: 

RABBIA - "La rabbia vissuta dopo la finale di Cardiff va usata per cominciare subito al meglio la stagione e affrontarla al massimo. Gli obiettivi sono di lottare per ogni trofeo".

LA SUPERCOPPA - "La Lazio ha fatto un ottimo precampionato, subisce pochi gol, è una squadra organizzata e ha grande qualità. La Juventus avrà sempre grande rispetto per ogni avversario". 

I GIOVANI - "I giovani grazie all'aiuto dei tanti veterani potranno capire che ogni palla che si gioca alla Juve è una palla importante". 

LA FORMAZIONE - "Giocano Buffon, Dybala e Higuain. Per gli altri vedremo, ho tanti dubbi. Mandzukic gioca". 

BENTANCUR - "E' un giocatore bravo, serio professionalmente e intelligente. Sarà un giocatore di sicuro avvenire per la Juventus e sarà uno importante in questa stagione". 

GRANDI RISULTATI - "Durante l'estate si parla tanto perché non c'è calcio giocato. Nelle ultime sei stagioni ha vinto sei scudetti, fatto due finali di Champions. C'è amarezza di non averne vinta una delle due, ma bisogna essere contenti di ciò che abbiamo fatto. Si poteva giocare meglio, ma sicuramente è un ottimo punto di partenza".

NOVITA' TATTICHE - "Spesso siamo partiti con un sistema e abbiamo chiuso con un altro. Gli equilibri si trovano sempre in modo diverso, servirà tempo per capire quali saranno quelli per giocarsi ogni obiettivo". 

COSA SERVE DOMANI - "Domani serve una partita da Juventus, servirà grande volontà. Le gambe non saranno quelle di ottobre, però abbiamo fatto una buona preparazione". 

MEGLIO A FERRAGOSTO O A NATALE - "Giocare la Supercoppa a Natale porta a giocatori squalificati, ma in estate le condizioni non sono ottimali. Serve usare la testa". 

OBIETTIVO CHAMPIONS - "La Champions non è quella di 30 anni fa, l'obiettivo della Juventus è sempre arrivare sempre almeno ai quarti di finale. Ci sono cinque inglesi, potranno uscire gironi complicati. Abbiamo la consapevolezza di ciò che abbiamo fatto".