Mentre il testa a testa in campionato tra Juventus e Napoli continua a colpi di reciproche vittorie torna la Champions League che potrebbe essere davvero un fattore importante, forse decisivo, sul prosieguo della stagione, anche in Italia.

Il Tottenham, avversario bianconero di coppa, anche nell’ultimo turno di Premier League nel derby londinese contro l’Arsenal ha dimostrato di essere una bella realtà da non sottovalutare assolutamente.

Sulla carta la squadra di Allegri parte ancora leggermente favorita, per la migliore qualità della rosa e soprattutto per tradizione nella competizione, ma non bisogna assolutamente sottovalutare il trend negativo della Juventus nel doppio confronto ad eliminazione diretta contro le squadre albioniche.

E’ dal 1984, quando eliminammo il Manchester United nel corso della Coppa delle Coppe poi vinta nell’epica sfida di Basilea contro il Porto, che la Vecchia Signora non elimina una squadra inglese nel doppio confronto. Davvero un’eternità.

Alle eliminazioni di Champions League contro Manchester United nel 1999, Liverpool nel 2005, Arsenal nel 2006 e Chelsea nel 2009 ha fatto seguito addirittura quella clamorosa in Europa League contro il Fulham nel 2010.

Uno score assolutamente negativo che non può essere archiviato come semplice caso o sfortuna.

E’ evidente che la Juve soffre in maniera eccessiva nel doppio turno andata/ritorno la fisicità tipica delle squadre inglesi.

Purtroppo poi la squadra bianconera arriva a questo doppio impegno non nelle migliori condizioni fisiche, tra infortuni di lungo corso e giocatori acciaccati vari.

Servirà quindi la migliore Juventus, quella vista solo in rare occasioni nel corso di questa stagione, per scacciare via l’incubo Kane.

Se dovessi puntare su un giocatore in particolare non esiterei a fare il nome di Gonzalo Higuain. In assenza di Dybala, questo è davvero il momento di dimostrare tutto il suo valore, soprattutto in campo internazionale.

Percentuali di passaggio turno ad oggi Juventus 55% Tottenham 45% ma sarà dura, probabilmente durissima.

Fondamentale sarà non subire gol in casa martedì sera mantenendo la porta inviolata così come brillantemente fatto in Italia negli ultimi mesi.

E’ già tempo di ansia Champions e siamo solo agli ottavi…