Un "fallo" che è passato alla storia, una polemica che non si arresta, nemmeno dopo 20 anni. Mark Iuliano, ex difensore della Juventus, si è raccontato in esclusiva ai microfoni de IlBianconero.com, parlando proprio di Juve-Inter, alle porte: "E' la sfida più avvincente in questo momento, visto che arrivano con ottimi risultati alle spalle. Partita delle difese? Sarà una gara tra due allenatori preparatissimi, che avranno studiato tutto e conosceranno l'avversario molto bene. Quindi sarà una sfida nella sfida a livello tattico. Le squadre hanno tutti i reparti importanti, in più hanno la consapevolezza di poter fare un passo fondamentale, allungando o superando. E' una sfida aperta, la Juve vorrà essere padrona del gioco, essendo allo Stadium.

Le dichiarazioni di Simoni? Sono passati 20 anni e ancora ogni volta ne parla. C'erano degli arbitri, un quarto uomo, non c'era la volontà da parte mia di fare nessun fallo e un'azione rapidissima, ma più che altro è ciò che è successo dopo che ha scatenato le polemiche. Il rigore dopo un minuto, le squadre in campo, l'importanza della gara... ma tra le squadre c'era una netta differenza di forza e di classifica, che anche con un pareggio non sarebbe cambiato nulla.

Con il Var come sarebbe finita? Ho visto falli uguali in altri campionati, in partite importanti, non si è mai lamentato nessuno. Per la statistica dico che è giusta la decisione dell'arbitro. E' stato tutto ciò che c'è stato intorno che ha generato il casino".