La Juve inaugura un nuovo appuntamento? Probabile che questo Him and Her abbia un seguito. Intanto, si comincia con Lisa Boattin che intervista Federico Bernardeschi. Da esterno a esterno, sebbene lei giochi più indietro. Di seguito la trascrizione dello scambio di battute.

Boattin: "Federico, come fai a tirare così forte con il mancino?"

Bernardeschi: "Credo sia una cosa naturale"

Boattin: "Un giocatore di fascia cosa deve avere sempre in mente?"

Bernardeschi: "Dipende da che giocatore di fascia è. Io ho sempre in mente di voler saltare l'uomo e fare gol".

Boattin: "Quando c'è un calcio di rigore e devi baterlo sai già dove tirarlo o lo tiri a sensazione?"

Bernardeschi: "Ci sono due tipi di calci di rigore. Quelli che si guarda il portiere e quelli in cui invece scegli l'angolo  prima della rincorsa. Io di solito guardo il portiere".

Boattin: "Segui un metodo particolare per concentrarti prima della partita?"

Bernardeschi: "Non ho un metodo, però comincio a concentrarmi già qualche ora prima così da arrivare preparato".

Boattin: "Come ti chiamano i compagni?"

Bernardeschi: "Fede, Berna, dipende".

Boattin: "Ciao Federico, fino alla fine"

Bernardeschi: "Forza Juve!"