Juan Cuadrado, assente per squalifica nella trasferta di Champions League contro il Barcellona, scalpita per riprendersi quel posto da titolare messo in discussione dall'arrivo di Douglas Costa. "Ho lavorato bene nelle ultime due settimane", spiega il colombiano ai microfoni di Sky Sport: "Mi è servito per migliorare il mio stato di forma. E' normale all'inizio della stagione non trovare immediatamente la condizione, ma adesso tutti noi stiamo raggiungendo ottimi livelli, lavorando al massimo e con determinazione".

INIZIO DI STAGIONE - "E' stato un buon cammino, finora. Certo, sappiamo che ci sono cose da migliorare, sia per quanto riguarda la fase difensiva sia per il gioco con la palla. I consigli di Allegri ci sono utili per raggiungere l’obiettivo, cioé essere la squadra che siamo sempre stati. Bisogna sempre sforzarsi al massimo. Dare tutto, sfruttare le opportunità quando si è chiamati in causa". 

MODULO - "Il modulo conta fino a un certo punto, quello che fa la differenza è la voglia di sacrificarsi, che è il nostro punto di forza e ci permette di andare tutti nella stessa direzione. Non dobbiamo porre un limite al nostro miglioramento, ma sognare sempre in grande".

DYBALA - "Paulo ha tutto per diventare sempre più forte. Peraltro stiamo pensando a una nuova esultanza insieme, magari un balletto, anche se lui è timido quando c’è da ballare (ride, ndr)".

ADDIO - "Non ho mai pensato di lasciare la Juventus. Sono felice qui e voglio continuare in questo grande club".