Torna il nostro appuntamento alla scoperta dei tifosi bianconeri sparsi in tutta Italia, con i riflettori puntati sugli Juventus Club DOC. Oggi siamo andati a Civitavecchia, a pochi passi da Roma ma con un cuore pulsante ricco di amore juventino. Abbiamo intervistato Enrico Sebastiani, presidente del Club bianconero locale, intitolato a Paulo Dybala. 

La fondazione del vostro Club è molto recente, com'è nata l'idea di istituirne uno a Civitavecchia?

Sì, questo è il nostro secondo anno solare di attività. A Civitavecchia in realtà esisteva già un club, poi disciolto, e una città di oltre 50.000 abitanti come la nostra ne meritava uno. Abbiamo raggiunto subito la quota dei 100 iscritti, necessaria per l'istituzione. All'inizio non avevamo neppure una sede, ci trovavamo in un locale di un nostro amico, ma abbiamo comunque organizzato molte attività. 

La crescita è stata esponenziale da quel momento in poi.

Esatto, gli iscritti stanno aumentando, siamo 230 soci adesso. Ricordo sempre con piacere la cena di inaugurazione con Alessandro Birindelli, è stata una bella serata di festa. 

Adesso però la vostra sede esiste ed è molto attiva, giusto? Ci sono stati altri eventi?

Sì, l'abbiamo inaugurata quest'anno, è aperta due volte a settimana. Abbiamo organizzato una cena di Natale insieme al direttore di Jtv Claudio Zuliani, e una con Giampiero Mughini. La nostra sede è fondamentale per darci visibilità. 

La vita di Club occupa molto spazio nei vostri progetti? 

Coinvolgere i membri è uno dei nostri obiettivi primari. Cerchiamo di coinvolgerli in qualsiasi modo, attraverso il nostro canale Telegram inviamo comunicazioni quotidiane e ci piace distribuire anche alcuni nostri gadget, come magliette e felpe personalizzaate. Le attività all'interno dei nostri locali sono inoltre tra le più varie, dal biliardino alla possibilità di guardare le partite alla tv. E poi ovviamente andiamo sempre allo stadio.

Una partita memorabile?

Juve-Napoli dello scorso anno, ma posso citare anche il match contro la Fiorentina di questa stagione e quello contro la Roma. Andiamo spesso anche all'estero, siamo già pronti per la trasferta di Oporto.