Nell’ennesima estate di rivoluzioni, la rosa bianconera a più di due mesi dalla notte di Cardiff appare letteralmente trasformata. Opera di innesti notevoli, soprattutto nel reparto offensivo, ma anche di addii tra il doloroso e l’inaspettato: la rescissione contrattuale di Dani Alves e il trasferimento di Leonardo Bonucci al Milan hanno inevitabilmente cambiato volto ad una squadra destinata nuovamente a fare i conti con cessioni di spicco. Anche sul fronte del mercato in uscita, tuttavia, la Juve ha molto di cui sorridere.

TESORETTO - Grandi nomi a parte (a cui aggiungiamo un titolare aggiunto della rosa come Neto, passato al Valencia), i bianconeri potrebbero incassare oltre 40 milioni dal cosiddetto “mercato sommerso” e dalla cessione delle riserve. Tra talenti salutati a titolo definitivo e importanti plusvalenze, ecco il tesoretto ottenibile dalle operazioni di Marotta e Paratici.