È finito il sogno dell'Italia ed è finita anche l'avventura di Buffon con la maglia dell'Italia. Il capitano azzurro saluta tutti tra le lacrime, chiudendo non nel modo che si aspettava. E non potrà nemmeno disputare il suo sesto Mondiale. Un record che sembrava scontato sfugge via.

RAMMARICO - "Dispiace non per me, per il movimento. Abbiamo fallito qualcosa che anche a livello sociale poteva essere davvero importante. Questo è il mio rammarico, non tanto quello di finire, perché il tempo passa ed è giusto sia così. Dispiace che l'ultima partita ufficiale sia coincisa con una mancata qualificazione Mondiale".

SOTTOVALUTATO LA SVEZIA? - "Non abbiamo sottovalutato niente perché chi ha giocato queste partite sa cosa vuol dire affrontare queste squadre .Recuperare un gol è dispendioso a livello mentale e psicologico. Non siamo riusciti a esprimere il meglio di quello che avremmo potuto fare".

MANCANZE - "Cosa ci è mancato? L'energia, la lucidità per  fare gol. Però alla fine loro han fatto una gara come quella dell'andata, è stato uno spareggio deciso per episodi che a loro sono andati bene e a noi male. Ma quando gli episodi ti van male hai delle colpe, quando ti vanno benne significa che hai meritato".

FUTURO E SALUTI - "Il futuro c'è perché abbiamo orgoglio e forza. Siamo testardi e caparbi e dopo brutte cadute troviamo sempre il modo di rialzarci. Lascio sicuramente una Nazionale di ragazzi in gamba che faranno parlare di loro. Compresi Donnarumma e Perin, che sono sicuro non mi faranno rimpiangere. Poi volevo dare un grande abbraccio a tutti quelli che mi hanno sostenuto sempre, al mio Chielli, al mio Barza, al mio Leo, al mio Lele. E faccio un in bocca al lupo a questi ragazzi che ci hanno seguito. Non è bastato, ma spero si portino dietro un insegnamento".

VENTURA - "Ct capro espiatorio? No, nello sport si vince e si perde insieme. Ci si divide meriti e demeriti. Il mister ha le colpe che abbiamo noi e tutti quelli che abbiamo fatto parte di questa spedizione".

Buffon a Sky Sport ha aggiunto: "Chiedo scusa e dico grazie ma non voglio rubare la scena a chi credo lascerà come me. Il mio Lele (De Rossi), il mio Barza (Barzagli), il mio Chiello (Chiellini)... forse solo Leo Bonucci continuerà”.