Un vecchio pallino che torna d'attualità, un nome in più da aggiungere nella lista di potenziali obiettivi per il centrocampo della prossima stagione. La Juventus sta seguendo con grande attenzione la stagione da protagonista in maglia Sporting Lisbona di Bruno Fernandes, trequartista classe 1994 autore di 14 gol e 20 assist distribuiti tra campionato e coppe varie. Un'annata davvero importante, la migliore in carriera per l'ex giocatore di Udinese e Sampdoria, scovato dal Novara nelle giovanili del Boavista e acquistato per soli 40.000 euro. Una valutazione irrisoria se si considera che oggi Bruno Fernades è blindato ai Leoes da una clausola rescissoria da 100 milioni di euro e da un contratto firmato la scorsa estate fino a giugno 2022.

LA JUVE LO PROMUOVE - Ha fatto un affarone il presidente Bruno de Carvalho, che a giugno 2017 lo acquistò dalla Samp per poco meno di 10 milioni e che oggi può ragionevolmente pensare di cederlo a cifre nettamente superiori. Secondo il quotidiano portoghese Record, la Juventus è tra le società che lo ha ripetutamente fatto seguire dai propri osservatori, che hanno proseguito il loro lavoro al di là della doppia sfida di Champions League tra i giocatori di Jorge Jesus e quelli di Allegri. Relazioni più che positive, che hanno messo in evidenza la crescita tattica abbinata a quella caratteriale di un giocatore a cui il talento non è mai mancato, semmai la continuità. La formazione bianconera potrebbe cambiare un paio di pedine a centrocampo in estate e Bruno Fernandes rientra per età, qualità tecniche e parametri economici nella lista di quei giocatori da Juventus

GELO COL PRESIDENTE - La difficile situazione venutasi a creare in seno allo Sporting, col duro scontro tra il presidente Bruno de Carvalho e una folta fronda di calciatori, tra cui Fernandes, in seguito alla partita con l'Atletico Madrid di Europa League, può aver creato una prima crepa nei rapporti nei quali la Vecchia Signora e gli altri club interessati (c'è anche la squadra di Simeone) sono pronti a infilarsi.

da Calciomercato.com, Andrea Distaso