Federico Bernardeschi ha sempre i piedi ben piantati a terra, nonostante la gioia del gol in Champions e i successi in campo. E sa che se arrivano vittorie importanti il merito è di tutto il gruppo: "Sono felice per la gioia personale - ammette ai microfoni di JTv - ma soprattutto perché siamo riusciti a passare il turno e abbiamo dimostrato di essere una grandissima squadra. Siamo cresciuti molto".
L'attaccante si sofferma poi a fare un bilancio della stagione fino ad ora: "Non sono mai soddisfatto per carattere, ma sono contento quando la squadra vince. Si può sempre migliorare, e dobbiamo sempre farlo tutti per raggiungere grandi obiettivi". Il segreto per essere vincenti è nella mentalità giusta? "Quando sono arrivato alla Juve ho trovato dettagli che in altre squadre non ho trovato: c'è un mondo adatto e costruito per vincere. Ma vincere comporta umiltà e sacrificio".
Infine una dedica: "Dedico il gol a chi mi sta vicino e in particolare a una persona speciale…".