Sciolto il rebus della maglia numero 10, finita sulle spalle di Paulo Dybala, dallo store online della Juventus in giornata è spuntato un nuovo giallo. I più attenti tifosi bianconeri, infatti, hanno notato che la maglia numero 30 di Rodrigo Bentancur non era acquistabile. Su Twitter è subito nato un vero e proprio caso: come mai la maglia dell’ex Boca Juniors non era in vendita? Secondo la numerazione ufficializzata ieri dalla Lega, il giovane argentino ha scelto il 30, ma acquistarlo non era possibile. Come mai? Il piccolo caso è stato subito risolto, ma la giornata da protagonista di Bentancur non si è conclusa. Anche Allegri, infatti, in conferenza stampa, si è soffermato sull'uruguaiano arrivato dal Boca. E ha speso parole meravigliose, che somigliano fortemente a una benedizione e lanciano anche un segnale sul mercato. 

CASO RISOLTO - La misteriosa “sparizione” del suo nome dal sito dello store ha alimentato tra i tifosi alcuni dubbi su una presunta cessione. Dubbi prontamente smentiti dalla Juventus. Secondo quanto comunicato dalla Juventus a calciomercato.com, la maglia di Rodrigo Bentancur a causa di un errore tecnico non è mai entrata nel sistema. Non è tutto, perché anche quella del giovane Moise Kean - sempre per errore - non era in vendita sullo store online bianconero. Risolto, dunque, il mistero della numero 30 di Bentancur: si è trattato di un semplice errore tecnico, la maglia dell'argentino non è mai andata online sullo store.

LA BENEDIZIONE - "Bentancur è un giocatore bravo, serio professionalmente e intelligente. Sarà un giocatore di sicuro avvenire per la Juventus e sarà molto importante in questa stagione". Con queste parole, Allegri ha fatto capire a tutti che Rodrigo Bentancur non sarà una comparsa. Le parole del tecnico confermano le buone impressioni lasciate dal classe '97 e Allegri si è soffermato anche sul ruolo del ragazzo: "Giocherà nel centrocampo a due o a tre". Non come esterno, ruolo in cui si era disimpegnato in alcune esibizioni estive, ma ricoperto solo per necessità. Le parole di Max possono essere viste anche come un segnale di mercato. Non serve un top e non serve N'Zonzi. Può servire, invece, uno come Matuidi. Perché Bentancur farà parte delle rotazioni a pieno titolo e soprattutto non ci si fossilizzerà sul 4-2-3-1, ma all'occorrenza ci sarà spazio anche per il 4-3-3, ora assolutamente praticabile grazie agli esterni acquistati.