Da quel “fulmine a ciel sereno” che è stato il suo arrivo alla Juventus fino ai tre double consecutivi, passando per un lavoro certosino che ha convinto società e tifosi. Massimiliano Allegri festeggia oggi tre anni sulla panchina della Vecchia Signora, un periodo ricco di cambiamenti e crescita: giunto in mezzo allo scetticismo dei tifosi - a poche ore dall’inatteso divorzio con Antonio Conte - il tecnico livornese ha preso gradualmente in mano le chiavi della squadra, trasformandosi (a maggior ragione in questi giorni di mercato) nell’assoluto padrone dello spogliatoio bianconero: adesso per il "temerario Max" viene il difficile, dopo un triennio di conquiste indimenticabili e per certi versi insperate. 

TUTTO IN UN TWEET - Era il 16 luglio 2014, Allegri firmava il suo primo contratto con la Juve. L’ottimismo imbarazzato della prima conferenza stampa, le prime dichiarazioni su Pirlo, le metafore ciclistiche, il “fiuuu” che è diventato un tormentone e la rabbia di Modena: la storia del Max bianconero sta tutta nei suoi tweet. Sfoglia gli storici cinguettii dell’allenatore nella nostra gallery.