Massimiliano Allegri commenta con amarezza il pareggio dell'Allianz Stadium contro il Tottenham: "Il gol del 2-2? Non è questione della barriera o del gol preso. E' stata una bella partita, siamo andati in vantaggio e poi abbiamo subito il ritorno del Tottenham. Ha fatto una grande parata Buffon prima del 2-1, noi abbiamo sbagliato il 3-0 e c'è stato il gol di Kane e poi il pareggio. Adesso a Londra, nella gara di ritorno, dobbiamo cercare di vincere". 

CALO JUVE - "Difficoltà? E' normale contro il Tottenham, che ha spinto sull'acceleratore dopo il 2-0. Noi abbiamo smesso un po' di giocare, ci siamo abbassati troppo ma ci sono sicuramente i meriti degli Spurs. Dispiace non aver vinto stasera, ma abbiamo tutte le carte in regola per andare a Londra e passare il turno". 

ERRORI - "Ci siamo abbassati troppo, quando nel secondo tempo ci siamo messi con Mandzukic e Douglas Costa vicini a Higuain abbiamo sofferto meno e siamo ripartiti meglio. Poi, essendo un ottavo di Champions, sapevamo che sarebbe stato difficile. Il calcio è strano, dal possibile 3-0 nostro al 2-2 per loro...".

TOTTENHAM - "Non mi hanno sorpreso, il Tottenham è una squadra fisica e tecnica. Noi abbiamo avuto anche occasioni importanti, mentre loro - parata di Buffon a parte - non hanno avuto grandi chance nel primo tempo". 

MATUIDI E DYBALA - "Ci saranno nella gara di ritorno, ma adesso dobbiamo pensare al campionato. La Champions si gioca tra un mese, adesso c'è il derby contro il Torino".

QUALIFICAZIONE - "Non pensavo che si potesse uccidere il Tottenham stasera, sapevo che il passaggio del turno lo avremmo giocato a Londra".

Allegri alza voce in conferenza: "Non accetto che un 2-2 deprima l'ambiente!"