Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato in conferenza stampa dopo la vittoria con l'Olympiacos, che ha qualificato i bianconeri agli ottavi di Champions League: "La Juventus ha giocato 8 finali di Champions ed è un evento mondiale. Vincerla non è vincere il torneo dei bar: ci sono squadre straordinarie, il primo obiettivo è passare il girone, poi gli ottavi. Non sono presuntuoso: credo che la squadra possa arrivare in finale. Cerchiamo di essere positivi, è più facile che le cose vengano dalla nostra parte. Poi le perdi le finali, che non giochi contro il Collesalvetti... Con tutto il rispetto per il Collesalvetti, chiaro".

PESSIMISMO - "Lo scorso anno siamo andati in finale. Prima domanda: 'la Juventus ha perso sette finali'. C'è differenza tra questo e avere entusiasmo. La Juventus ha giocato 8 finali, ora con grande entusiasmo cerchiamo di vincerla. Non mi stufo, ho pazienza da vendere, mi diverto ma bisogna cambiare. Serve entusiasmo: non avevamo giocato la finale di Cardiff e già c'è chi pensava di aver perso. Il passaggio del turno è importante, è un evento per la Juventus. Io rispetto i tifosi della Juventus, sono straordinari e lì rispetto, però questa è la verità".

SORTEGGIO - "Fateci incontrare ancora il Barcellona... Per la legge delle grandi possibilità, ci sono quattro inglesi prime, il Besiktas e il PSG. Credo che prenderemo un'inglese, a occhio e croce".

INTER - "Il Napoli sta facendo un campionato straordinario. Ha vinto 12 gare, pareggiandone due e perdendone solo una. Noi abbiamo un punto in più dell'anno scorso, l'Inter sta facendo bene perché ha due punti rispetto a noi. Noi stiamo viaggiando bene, è normale che servirebbe qualche punto in più per essere in vetta. Bisogna arrivare a marzo, in campionato, attaccate alle prime della classe. In Champions non è mai facile superare il girone. Non sono arrabbiato per le critiche, queste devono essere uno stimolo per migliorarsi. Poi ci sono anche gli avversari, noi arriviamo da 6 scudetti di fila con due finali di Champions League giocate in tre anni. Sono numeri pazzeschi".

SCUDETTO - "Le altre squadre hanno la bava alla bocca per provare a battere la Juve, ai ragazzi ho detto che quest'anno non basta fare una cosa normale ma bisogna fare una cosa straordinaria per arrivare in fondo e vincere il 7° scudetto di fila”.